Eric H. Olson, Abstract circles, 1978

corrente_optical_art_008_eric_olson

Nato a Stoccolma nel 1907 e morto a Malmö nel 1995, pittore svedese e pioniere di composizioni ottiche mostrò una certa vena espressionista nella sua prima mostra nel 1946, per puntare poi la sua attenzione alla sperimentazione delle reazione della luce con forme astratte e geometriche.

Le prime applicazioni di Eric Olson consistevano negli effetti di luce prodotti dall’oscillazione di superfici di forme romboidali, vennero esposte al Salon des Realtà Nouvelles di Parigi.

Gli esperimenti di Eric Olson continuarono con il colore ottico, la rifrazione della luce in strutture molecolari, mosaici e bassorilievi a luce modulata fino alla creazione in oggetti d’arte, “optochromatics”, composti di due o tre lastre di vetro con polarizzazione e interferenze di luce particolarmente coordinate o con perspex colorati.

Il suo lavoro è stato incluso in varie mostre di ottica e dell’arte cinetica tra cui R-10relse, i Konsten al Moderna Museet, Stoccolma, 1961, e The Responsive Eye al Museum of Modern Art di New York, 1965.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...